Sapori d’Italia in Romagna: il trionfo della tradizione, anche a tavola

La Romagna

 

L’estate non è finita…soprattutto in Romagna. Scopriamo i luoghi, i sapori, la cucina, le botteghe.

Sapori d’Italia Ferrarini arriva in Romagna, dove l’arte, la cultura, la storia e le tradizioni sono di casa. Lo si respira nei luoghi, lo si assapora nella cucina, lo si ritrova nelle botteghe e ristoranti.

La Romagna, zona geografica di poco più di 6.300 kmq incastonata tra la Pianura Padana, le Valli ed i Lidi di Comacchio, il Mare Adriatico, le Marche, la Toscana e la Serenissima Repubblica di San Marino, costituisce, insieme all’Emilia, la regione amministrativa dell’Emilia-Romagna.
La regione deve il proprio nome alla profonda romanizzazione subita dopo la costruzione della Via Emilia, il cui punto di arrivo è l’Arco di Augusto, a Rimini, nonché con la fondazione, sempre in epoca latina, di numerosi centri urbani di cui ancora è possibile ammirare le vestigia.

I LUOGHI
Percorriamo la Romagna, i suoi luoghi, le sue città, facendoci guidare dal “buon gusto” che inevitabilmente ci porterà alla scoperta delle botteghe e dei ristoranti d’eccellenza.
Ravenna, capitale dell’Impero Romano d’Occidente per i suoi ultimi 74 anni di vita, era già da tempo città portuale di enorme importanza. Il primo imperatore romano, infatti, Cesare Ottaviano Augusto, nel I sec. d.C. qui volle realizzare un porto militare per ospitarvi l’intera armata navale dell’alto Adriatico.
L’importanza di Ravenna nella storia si palesa nei suoi edifici storici. Sono ben otto, infatti, i monumenti ravennati che rientrano nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità stilato dall’Unesco! Le basiliche di Sant’Apollinare e di San Vitale ed il mausoleo di Galla Placidia sono solo alcuni degli strabilianti esempi di arte paleocristiana e bizantina edificati a Ravenna, caratterizzati da mosaici le cui tessere brillano negli sfavillanti colori dell’oro, del lapislazzulo, del marmo e della madreperla, ammaliando i numerosi visitatori.
Rimini è la seconda città della Romagna dopo Ravenna; fu fondata nel 268 a.C. dai Romani, per i quali rappresentava un importante nodo viario tra nord e sud. Divenuta ormai simbolo del turismo balneare italiano, la città e i centri vicini, Riccione, Cattolica…sono tra le più battute mete turistiche della riviera romagnola. Senza dimenticare borghi come Verucchio, San Leo, Montegridolfo, sorprendenti e affascinanti nella loro conformazione.

I SAPORI
La Romagna vanta produzioni agroalimentari di elevata qualità, alle quali si accompagnano tradizioni culinarie rinomate. Non a caso Romagna è la regione d’Europa col maggior numero di prodotti certificati, IGP e DOP!
Tra le eccellenze gastronomiche romagnole, lo squacquerone ed il formaggio di Fossa, i vini Trebbiano e Sangiovese, il vitellone bianco e l’agnello del Centro Italia, l’olio extravergine locale, la piadina e lo scalogno, la nettarina e la pesca di Romagna. Le nettarine, in particolare, coltivate nel più ampio rispetto per la natura e l’ambiente, rappresentano il 70% della mole complessiva di frutta commercializzata in Romagna.

LA CUCINA
Le origini contadine della cucina romagnola si apprezzano nei sapori forti e nella semplicità dei piatti, i quali, sempre sostanziosi, riescono a trarre il massimo del gusto da alimenti “poveri”. È il caso della “minestra” romagnola, la pasta, rigorosamente prodotta a mano da un semplice impasto di acqua, farina e uova, realizzata in decine di fogge e preparata in brodo, asciutta o ripiena, in centinaia di succulente combinazioni.
Tagliatelle, lasagne, cappelletti, passatelli, sfoja lorda, garganelli, strozzapreti e tortelli: sono solo una piccola parte dei formati che le brave massaie romagnole sono in grado di preparare con l’ausilio del solo matterello!
La cucina di Romagna fonda le proprie basi anche sulle carni, suine, bovine, ovine o di pollo: fegatelli di maiale, pollo alla cacciatora, trippa e agnello alla romagnola sono alcuni dei piatti caratteristici di questa terra.
La vicinanza dell’Adriatico non può non influenzare la gastronomia romagnola, la quale propone squisiti piatti di baccalà, seppie, saraghi e poveracce. Queste ultime, che il resto d’Italia chiama vongole, vengono servite insieme agli spaghetti, al riso e in zuppa, mente il baccalà, in umido o con i porri, conferma – semmai ce ne fosse bisogno – la natura rustica e contadina della cucina romagnola.
Cavolfiori, spinaci, radicchio e fagioli, tutti preparati “made in Romagna” completano l’offerta culinaria di questa splendida terra.

LE BOTTEGHE
In un territorio di così profonda tradizione gastronomica non può mancare un marchio come Ferrarini che ha fatto dell’alta qualità, del rispetto della migliore tradizione, del gusto di mangiare sano i principi della propria filosofia produttiva.
Ferrarini e il suo Prosciutto Cotto ci portano alla scoperta dell’eccellenza nelle botteghe e nei ristoranti della Romagna.

Mr Knife di Irene e Daniele, Piazza mercato – Cattolica (RN) Dove trovarci 
Salumeria, Formaggeria, Gastronomia, nel cuore commerciale della città…tantissimi prodotti ma solo di altissima qualità come le ultimissime novità Ferrarini: il prosciutto cotto e il prosciutto crudo Big Storico, i top di gamma!

GB Market Via Don Milani, 23/B – Ospedaletto (RN) https://www.gbmarket.it/ Dove trovarci 
Dal 1967 GB Market seleziona una vasta scelta di prodotti che spazia dal bio alla frutta e verdura, dalla pasta fresca alla macelleria, dai salumi con un ricchissimo assortimento di prosciutti cotti e crudi Ferrarini ai formaggi, fino ad arrivare ai gustosi cibi pronti della gastronomia.

Macelleria Un macello di cose, Via Emilia 356 – Santa Giustina (RN) Dove trovarci
Già dall’insegna scaturisce la simpatia e la cordialità di chi ogni giorno sta dietro il banco per servire al meglio i propri clienti affezionati ed esigenti sulla qualità, come quelli che scelgono l’esclusivo prosciutto cotto Ferrarini Master.

Macelleria Marco e Vito Salumeria Gastronomia, Via Ca’ Rossa 58/A – Forlì
https://www.marcoevito.it/ Dove trovarci
La spinta giovanile di Marco, la secolare esperienza di Vito. Due generazioni di macellai che condividono la stessa passione per la qualità e l’eccellenza…e per il prosciutto cotto e il prosciutto crudo Ferrarini.

Ristorante Casa Zanni, Via Casale 213 – Villa Verucchio (RN) http://www.casazanni.it Dove trovarci
Dal 1919 la tradizione a tavola. E la tradizione si respira sia nel ristorante che nella macelleria di Casa Zanni. Qui, oltre ai migliori tagli di carne, si possono acquistare preparazioni gastronomiche e specialità di salumeria, come quelle della migliore tradizione di Casa Ferrarini.

Marchesini Silvano & C, Via Guaccimanni 3 – Ravenna
http://www.ristorantemarchesiniravenna.it/ Dove trovarci
Un palazzo di quattro piani, nel cuore pulsante della città: un ristorante, una caffetteria, una gastronomia che è un vero e proprio paradiso di sapori, locali e non solo, per i palati più gourmet. Un posto speciale per il Prosciutto Cotto di Alta qualità Ferrarini!

L’Angolo dei SaporiPiazza Garibaldi, 1 – Santa Sofia FC
http://www.morellifunghietartufi.it/?page_id=412 /Dove trovarci
Gli amanti di funghi e tartufi devono assolutamente fare tappa in questo punto vendita dove le specialità e primizie, soprattutto di produttori locali, sono “di casa”. Per i palati fini anche il Prosciutto Cotto Ferrarini.

Continuate a seguirci nel nostro viaggio e se vi siete persi qualche tappa andate al nostro blog 

 

Ferrarini
Ferrarini

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *