Sapori d’Italia Ferrarini arriva a Caserta

caserta

 

A Caserta continua il nostro viaggio alla scoperta dei territori e della cultura alimentare italiana.

Capoluogo di provincia della Campania, dal territorio florido e fertile storicamente definito Terra di Lavoro, Caserta è una città elegante e tranquilla, caratterizzata dal fascino della storia e dalla bellezza dei paesaggi naturali che già nel Settecento la resero la sede della residenza reale più grande al mondo.

I LUOGHI
Le meraviglie architettoniche di Caserta si ergono su una superficie molto ampia che ha consentito, in alcuni casi, la convivenza di emergenze storiche di differente datazione, testimonianze di epoche remote e di periodi più recenti, che hanno potuto convivere senza recarsi pregiudizio l’un l’altra.

È il caso di Casertavecchia, il centro storico che dista dall’attuale centro urbano ben 10 chilometri, che diventano 4 se si considerano le distanze in linea d’aria. Il piccolo centro, ubicato a 401 metri sul livello del mare (da cui deriva, presumibilmente, l’etimologia di cas’erta – casa erta), presenta delle splendide fattezze medievali e costituisce un borgo di tale fascino da essere inserito, nel 1960, tra i monumenti nazionali italiani.

Il volto della città fu completamente ridisegnato con l’avvento dei Borbone, sovrani illuminati e lungimiranti, che realizzarono, proprio a Caserta, una serie di opere di respiro internazionale. Splendido è l’Acquedotto Carolino, detto anche Acquedotto Vanvitelliano che, seguendo un percorso di ben 38 chilometri, alimenta il complesso delle seterie di San Leucio e le scenografiche fontane della Reggia.
Ma il complesso più straordinario e prezioso, grazie al quale Caserta è famosa in tutto il mondo, è il Palazzo Reale, che insieme al Belvedere di San Lucio e all’Acquedotto Vanvitelliano è stato inserito a pieno titolo nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità da parte dell’Unesco.
Edificata su una superficie di 47.000 metri quadrati, in puro stile neoclassico, la Reggia, progettata e realizzata da Luigi Vanvitelli, conta quattro corti interne, è composta da 1200 stanze, 1742 finestre e ben 36 scale che collegano i cinque piani in cui è suddivisa.
Alle sue spalle, un parco immenso e maestoso, ricco di fontane e gruppi scultorei di eccezionale valore, contenente un giardino all’inglese e migliaia di essenze arboree provenienti da tutto il mondo, completa un complesso organico e di straordinaria bellezza, come solo il miglior architetto del Settecento poteva concepire.

I SAPORI
Caserta e la sua provincia sono universalmente note per l’eccellenza del loro prodotto più tipico: la mozzarella di bufala DOP. Da un territorio che ospita il maggior numero di allevamenti bufalini della regione, nasce il prodotto caseario tra i più famosi al mondo.
Ottimi anche i derivati, come la ricotta di bufala, che pure gode del marchio DOP dell’Unione Europea, e i formaggi, sempre prodotti con il latte di bufala. In questi ultimi anni si va sempre più diffondendo anche il consumo delle carni di bufalo, che si classificano come ulteriore prodotto tipico della cosiddetta Terra di Lavoro.

Conformazione geografica e clima favoriscono la produzione dell’olio, che raggiunge livelli di qualità tali da consentire, al territorio casertano, di richiedere il marchio DOP per ben tre diverse varietà di olio extravergine d’oliva: il “Colline Caiatine“, il “Terre del Matese” ed il “Terre Aurunche“.

Tra i presidi Slow Food, la cipolla di Alife che prende il nome dal comune omonimo, cuore della fertile pianura alifana, nel Casertano e il cacioforte di Statigliano, una frazione del comune di Roccaromana, un formaggio ormai molto raro che solo poche persone anziane continuano a produrlo, prevalentemente per l’autoconsumo.

Uno sguardo alla produzione vinicola svela le eccellenze fornite anche da questo settore, dove i numerosi vini DOC, come il Galluccio, il Falerno del Massico o l’Aversa Asprinia, solo per citarne alcuni, sono in grado di soddisfare anche i palati più esigenti.

LA CUCINA
La cucina di Caserta condivide con la gastronomia campana alcune tra le più note prelibatezze nazionali: i prodotti della terra non possono che essere protagonisti assoluti dell’arte culinaria locale.
La parmigiana, sublime accostamento di melanzane, pomodori e mozzarella, è un piatto immancabile della domenica campana. I friarielli, deliziose cimette di broccoli da gustare stufati e abbinati con la salsiccia di maiale, costituiscono un’altra pietanza tradizionale di questi luoghi.

La cianfotta, sebbene sia un piatto dalle umili origini contadine, composto da patate, peperoni e melanzane a tocchetti, fritti in olio d’oliva e mantecati con il pomodoro, conserva un aroma intenso che riporta ai sapori genuini dell’infanzia.

Esclusiva del casertano è la past’e lessa, cioè la pasta con le castagne lesse, che difficilmente si trova nelle province limitrofe. Scenografica e immancabile è l’Aversana, la mozzarella di bufala dal formato gigante che apre e chiude ogni pranzo che si rispetti.

Tra i dolci una curiosità…il Roccobabà, nato da un’idea di un pasticciere di Casal di Principe, è un babà ricoperto di golosissima crema al cioccolato. Il suo nome è ispirato al grande stilista Rocco Barocco, che dopo averlo assaggiato la prima volta non è più riuscito a farne a meno. Da qui la volontà di dedicare proprio a lui questa meraviglia dolciaria con il nome “Roccobabà”.

Perf finire…il frutto casertano per eccellenza è la celebre mela Annurca, profumata e croccante, più volte definita come la regina delle mele.

LE BOTTEGHE
Le botteghe, i negozi di quartiere continuano a rappresentare la storia del nostro Paese, genuina espressione della cultura locale. A Caserta e provincia sono tantissimi i punti vendita che scelgono la qualità Ferrarini.
Ecco dove potete trovare il nostro Prosciutto Cotto.

Alimary, Via Albana, 48 – Macerata Campania (Caserta) Come arrivare 
Un negozio specializzato con una storia di oltre 20 anni. Annoverato fra i clienti storici di Ferrarini è fedele da sempre al suo prosciutto cotto e non solo.

Ok Sigma, Via Avezzana – S. Maria Capua Vetere (Caserta) Come arrivare
Da quasi 20 anni, il supermercato di quartiere a conduzione familiare; situato nelle vicinanze del famoso Anfiteatro Romano, attira i clienti con un raffinato e ricco banco di formaggi e salumi, con in “bella vista” il Big Storico Ferrarini.

MI.CA Supermercati, Via Bachelet 29 – Marcianise (Caserta) Come arrivare
Il supermercato per la spesa di tutti i giorni, in un ambiente accogliente. I salumi? Selezionati in persona dal proprietario per i suoi clienti, amanti della buona tavola…e del prosciutto cotto Ferrarini.

Mini Market Moccia Patrizia, Via Boscariello 117 – Gricignano D’Aversa (Caserta) Come arrivare
Una tappa d’obbligo per i cittadini americani – ma non solo – residenti alla Base Nato adiacente. Una clientela esigente, alla ricerca di specialità gastronomiche, come il prosciutto cotto di Alta Qualità Ferrarini.

Il Ghiottone Enogastronomia, Via Nazionale Appia 359 – S. Maria a Vico (Caserta) Come arrivare
L’insegna del negozio racconta perfettamente quello che potete trovare…tantissime specialità, tipiche campane e non solo, come il prosciutto cotto di Alta Qualità Ferrarini.

Crisci Alimentari, Via Tazzoli, 17/19 – Caserta Come arrivare
Nei pressi della Reggia di Caserta, da quasi un decennio, un supermercato a conduzione familiare che offre una selezione di prodotti locali, carni di alta qualita’ e salumi d’eccellenza, come il Prosciutto Cotto Ferrarini.

Prelibatezze Campane, Via 4 Novembre, 163 – Nocelleto (Caserta) Come arrivare
Da semplice bottega di mozzarelle in un vero e proprio store per la famiglia, ricco di “prelibatezze” e non solo.  Fedele al prosciutto cotto Ferrarini da oltre 20 anni, non poteva resistere al Big Storico Ferrarini.

Market Emiddio, Via Perrotta ,54/C Succivo (Caserta) Come arrivare 
Al servizio dei suoi clienti dal 1982 per offrire prodotti di qualità al giusto prezzo. Sceglie Ferrarini per il prosciutto cotto di Alta Qualità sia al taglio che affettato.

La Primizia, Corso Umberto I, 12 – Casal di Principe (Caserta) Come arrivare 
Una bottega attiva sul territorio dal lontano 1970; la scelta nel tempo di evolvere l’offerta con soli prodotti di selezione è stata premiata dalla clientela che può trovare anche il Big Storico Ferrarini.

3 Stelle, Via Campo dei Fiori,1 – San Marcellino (Caserta) Come arrivare 
Avviata da soli 8 anni, è già annoverata tra le boutique del gusto della zona da non perdere. Trovate anche il Big Storico Ferrarini.

Caserta vi ha incuriosito? Continuate a seguirci nel nostro viaggio e se vi siete persi qualche tappa andate al nostro blog https://blog.ferrarini.com/i-sapori-d-italia/

Ferrarini
Ferrarini

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *