Ricetta Sapori d’Italia: Risotto allo zafferano con prosciutto cotto Ferrarini

risotto allo zafferano cotto Ferrarini

 

La nostra interpretazione del classico Risotto allo zafferano 

Il nostro Prosciutto Cotto è davvero irresistibile! Da gustare al naturale con il pane fresco o da aggiungere come ingrediente in gustosi piatti come il classico Risotto allo zafferano.
Eccovi la nostra ricetta.

Il risotto allo zafferano è una tipica preparazione milanese tanto che viene spesso chiamato “Risotto alla milanese”. Tipicamente viene servito con l’osso buco guarnito dalla saporita gremolada. Lo abbiamo scoperto nel nostro blog Sapori d’Italia, insieme a tanti altri piatti tipici.

Oggi vi proponiamo l’abbinamento tra lo zafferano e il prosciutto cotto, Ferrarini naturalmente! Un’accoppiata molto azzeccata, che rende il piatto molto gustoso, anche per i bambini.

RICETTA: RISOTTO ALLO ZAFFERANO CON COTTO FERRARINI

Ingredienti per 4 persone:

– 350 gr di riso
– 1 bustina di zafferano
– 120 gr di prosciutto cotto Ferrarini , in una fetta spessa
– 1 cipolla
– 50 gr di burro NON OGM Ferrarini 
– mezzo bicchiere di vino bianco
– 50 gr di Parmigiano Reggiano DOP NON OGM Ferrarini grattugiato
– 1 l di brodo vegetale
– Olio extra vergine d’oliva
– pepe

Procedimento:
Soffriggere la cipolla tritata finemente con l’olio, senza farla colorire. Aggiungere nella padella il prosciutto cotto tagliato a cubetti e far cuocere per circa 2 minuti.
Versare il riso in una casseruola ampia ben calda e farlo tostare per 2 minuti, quindi sfumare con il vino bianco.
Bagnare il riso con due mestoli di brodo e portarlo a cottura, aggiungendo il resto del brodo  mano a mano che si asciuga. A metà cottura, sciogliere lo zafferano in un mestolo di brodo e aggiungerlo al riso.
Raggiunta la cottura togliere il tegame dal fuoco e mantecare il risotto allo zafferano e prosciutto cotto Ferrarini con Parmigiano Reggiano grattugiato e burro.

Alcuni  buoni consigli per un risotto allo zafferano a prova di chef:
- Scegliere la qualità di riso più adatta, come Carnaroli, Arborio o Vialone Nano
– Tostare il riso nel modo corretto è fondamentale affinché il chicco resti compatto e non si rompa in cottura. Fatelo tostare finché non sprigionerà il suo aroma
– In cottura attenzione ad aggiungere il brodo poco per volta, mano a mano che viene assorbito assicurandovi che il brodo sia caldo per evitare che lo sbalzo di temperatura comprometti la cottura
– Mantecare rigorosamente a fuoco spento con il burro freddo. Proprio per lo shock termico il risotto diverrà più cremoso.

 Vi siete persi qualche tappa di Sapori d’Italia? Andate al nostro blog e farete un gustosissimo viaggio attraverso il nostro Paese accompagnati dal prosciutto cotto Ferrarini!

Ferrarini
Ferrarini

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *