Ricetta Sapori d’Italia: i Panzerotti salentini

ricetta panzerotti

 

Con il Parmigiano Reggiano Ferrarini prepariamo i panzerotti salentini

Chi ha la fortuna di andare in Salento si porta a casa ricordi bellissimi: le spiagge da sogno, il mare cristallino, la natura incontaminata, la gente coinvolgente…i panzerotti fritti!

Nel blog della scorsa settimana vi abbiamo parlato del Salento e della sua cucina, povera, semplice, creativa e gustossima!
Così come sono i panzerotti salentini, deliziose crocchette di patate, dal sapore unico per la mentuccia fresca all’interno dell’impasto, che li rende freschi e golosi allo stesso tempo.
Proposti come antipasto o contorno sono semplicissimi da preparare; basta scegliere gli ingredienti più genuini e di qualità.

Per questo a noi piace prepararli con il nostro Parmigiano Reggiano, la cui bontà prende forma nei terreni delle Fattorie Ferrarini. Lo speciale abbinamento di latte ottenuto da vacche di razza frisona e jersey, dona al nostro Parmigiano Reggiano DOP quella particolare morbidezza di gusto che lo rende unico.

Ecco la ricetta dei nostri Panzerotti.

INGREDIENTI
per 4 persone
– 500 g patate
– 40 g Parmigiano Reggiano DOP NON OGM Ferrarini grattugiato
– 40 g pecorino grattugiato
– 50 g farina
– 2 uova
– 150 g pangrattato
– menta
– pepe nero
– sale
– olio di semi di arachide

PREPARAZIONE
Pelare le patate e tagliarle a cubetti; lessatele in acqua salata quindi scolarle.
Schiacciare le patate con una forchetta o con lo schiacciapatate e lasciarle intiepidire.
Tritare finemente la mentuccia e aggiungerla alle patate con il pecorino, il Parmigiano Reggiano, la farina, le uova e a metà del pangrattato.
Condire con un pizzico di sale e pepe nero e impastare con le mani.
Formare delle crocchette strette e lunghe, passatele nel pangrattato e friggetele in olio di semi di arachide ben caldo fino a doratura.
Ponete i panzerotti sulla carta assorbente e serviteli caldi o tiepidi.

Buon appetito e buona estate a tutti!

Se avete perso qualche tappa del nostro viaggio Sapori d’Italia andate al nostro blog.

 

Ferrarini
Ferrarini

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *