Ferrarini entra nel progetto ELITE di Borsa Italiana

Ferrarini Elite Borsa Italiana

 

Il 27 Aprile si è tenuta la Presentazione ufficiale di partecipazione al programma Elite di Borsa Italiana. 

Reggio Emilia, 27 aprile 2016 – Nell’evento di presentazione avvenuto questa mattina a Palazzo Mezzanotte a Milano, Ferrarini è intervenuta quale nuova azienda ammessa al progetto Elite di Borsa Italiana, una piattaforma unica di servizi integrati a sostegno delle migliori aziende italiane.
Luca Ferrarini, Amministratore Delegato di Ferrarini Spa, nel suo intervento all’evento, ha affermato: “Abbiamo deciso di aderire ad Elite perché lo riteniamo un utile strumento per confrontarci al meglio con i mercati finanziari e con il sistema imprenditoriale italiano ed internazionale. Ci piacerebbe condividere con il mondo finanziario il nostro progetto e riuscire insieme a portare ancora avanti per far crescere nel tempo un prodotto ed un mondo che ha più di 2.000 anni di storia.”

Profilo del Gruppo Agroindustriale Ferrarini

Un fatturato di 350 milioni di euro, oltre mille dipendenti in Italia e 300 all’estero, 10 sedi nel mondo, tutti al lavoro per tenere alta l’eccellenza alimentare italiana: è il Gruppo Ferrarini, storico marchio nato nel 1956 a Reggio Emilia come specialista nella produzione di prosciutto cotto senza polifosfati, segmento nel quale è poi diventato rapidamente leader. L’area della produzione agricola e dei prodotti tipici, dalla quale l’attività imprenditoriale ha preso avvio, si è notevolmente sviluppata nel tempo e rappresenta oggi un importante supporto all’attività industriale. Il Gruppo è ormai una tra le più importanti imprese europee nel settore alimentare e propone in tutto il mondo, oltre al suo Prosciutto Cotto dal gusto e profumo inconfondibile, i prodotti simbolo del Made in Italy: dal Prosciutto di Parma a tutte le migliori specialità di salumeria, dal Parmigiano Reggiano DOP ai vini, all’aceto balsamico, quello di Modena e il tradizionale di Reggio Emilia.
Se da un lato Ferrarini è un Gruppo profondamente radicato nel territorio italiano (mantiene saldamente il quartier generale a Reggio Emilia, oltre a tre siti produttivi, dieci allevamenti di vacche da latte e due caseifici, tre acetaie e una cantina immersa nei vigneti sulle colline di Reggio Emilia), dall’altro la sua presenza sui mercati internazionali sta notevolmente crescendo anche grazie all’acquisizione, nel 2000, di Vismara che ha permesso di sviluppare sinergie produttive tali da affrontare i mercati internazionali, portando il valore dell’export al 25 per cento circa del fatturato. Attraverso società operative fortemente radicate nel territorio, il Gruppo ha acquisito una presenza sempre più consolidata nei mercati dell’Europa occidentale (in particolare in Spagna e Svizzera), negli Stati Uniti, in Giappone e nel Sud Est Asiatico.

Ferrarini
Ferrarini

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *