Aceto Balsamico Invecchiato – il Tradizionale di Reggio Emilia DOP

Aceto Balsamico Invecchiato

 

Scopriamo insieme l’Aceto Balsamico invecchiato di Reggio Emilia, frutto di una storia millenaria.

Le famiglie reggiane sono da sempre molto fiere della loro produzione di Aceto Balsamico invecchiato.

L’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia DOP si ottiene tramite semplice fermentazione zuccherina ed acetica di mosto cotto. Ma il segreto e la “sapienza” dell’aceto balsamico invecchiato di Reggio Emilia stanno nel successivo ottimale invecchiamento che si protrae dentro batterie di botti di legni differenti per un lungo periodo di tempo, in ogni caso mai inferiore ai 12 anni e che può arrivare oltre 25 anni!

L’affinamento del bouquet che diviene sempre più intenso, delicato e gradevole al naso e al gusto, è la fase più complessa e delicata, ed è qui che diviene essenziale l’esperienza del mastro acetaio.
Mentre per il processo di acetificazione per il comune aceto si alimenta con il vino, per produrre aceto balsamico invecchiato tradizionale di Reggio Emilia DOP, il processo è alimentato con mosto cotto.

Per tradizione classica la produzione avviene in botticelle di legno disposte in batteria, il cui numero non deve mai essere inferiore a tre.
Le fasi di produzione sono fermentazione alcolica, l’ossidazione acetica e l’invecchiamento. Sono utilizzate  in prevalenza botticelle in legni di rovere, castagno, gelso, ciliegio, frassino e ginepro, ognuno dei quali cede un particolare aroma all’aceto balsamico invecchiato e lo rende unico.

Scopri dove acquistare l’Aceto Balsamico online.

Ferrarini
Ferrarini

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *